Condizioni di Vendita

Condizioni generali di compravendita online per imbarcazioni con motore/motore nuovo e usato

Art.1 Oggetto

1.1 Le presenti condizioni generali non pregiudicano la vendita e l’efficacia delle disposizioni di legge vigenti poste a tutela del consumatore (codice del consumo).

1.2 Il contratto ha ad oggetto il trasferimento di proprietà dell’imbarcazione con o senza motore/motore, usato o nuovo. Per il bene usato l’acquirente dichiara di accettare il prodotto nello stato di fatto e nelle condizioni generali di usura in cui si trova. Il venditore si obbliga a consegnare l’imbarcazione con o senza motore/motore, usato o nuovo , come descritto nel sito internet companymarine.it o in altri siti di annunci o di compravendita online.

Art.2 Consegna

2.1 Appena il bene è pronto per la consegna il venditore avvisa l’acquirente che l’imbarcazione con o senza motore/motore, usato o nuovo, è disponibile per la consegna presso il nostro deposito o presso il punto indicato dal cliente, se concordato preventivamente.

2.2 La consegna avviene entro la data indicata nel contratto. Al termine di consegna si applica una tolleranza di 50 giorni lavorativi; allo scadere di questo termine di tolleranza l’acquirente ha diritto di recedere dal contratto con una comunicazione scritta al venditore. Il mancato rispetto dei termini di consegna e di tolleranza per cause di forza maggiore (quali, ad esempio, sommosse popolari, calamità naturali, restrizione di licenze di importazione, sospensione/interruzione dei trasporti, interruzione di lavoro o agitazioni sindacali) non costituisce inadempimento, anche per gli effetti dell’art. 1218 cod. civile, secondo cui “ il debitore che non esegue esattamente la prestazione dovuta è tenuto al risarcimento del danno se non prova che, inadempimento o il ritardo, è stato determinato da impossibilità della prestazione derivante da cause a lui non imputabili”.

2.3 L’acquirente si obbliga a ritirare il bene oggetto della compravendita entro 7 giorni dall’avvenuta comunicazione della messa a disposizione dell’imbarcazione con o senza motore/motore, usato o nuovo. Trascorso tale termine si applica al venditore l’art. 1768 cod. civile, secondo cui “ il depositario deve usare nella custodia la diligenza del buon padre di famiglia, se il deposito è gratuito, la responsabilità per colpa è valutata con minor
rigore”.

2.4 In caso di ritardata consegna del bene , per cause di forza maggiore, il venditore comunica per iscritto all’acquirente le cause specifiche che hanno determinato il ritardo, e indica in ogni caso il temine massimo ulteriore entro cui lo stesso sarà consegnato.

Art.3 Prezzi, caparre e pagamenti

3.1 Per “ prezzo” si intende il prezzo concordato tra le parti al momento della sottoscrizione online del contratto. Il prezzo è comunque comprensivo dell’IVA in vigore al momento della sottoscrizione. Il prezzo resterà invariato sino alla consegna del bene.

3.2 Quando a parziale pagamento dell’imbarcazione con o senza motore/motore, usato o nuovo, siano trasferiti al venditore 1 o più usati, il valore ad esso/i riconosciuto è definito secondo quanto indicato nel contratto e nel rispetto del successivo articolo 6.

3.3 Al momento dell’accettazione della proposta di vendita l’acquirente accompagna la sottoscrizione dell’accettazione con il versamento della caparra
confirmatoria in esso indicato, di cui il contratto stesso costituisce quietanza che può montare sino ad un massimo pari al 30% del prezzo totale, non produce frutti a favore dell’acquirente, ed è soggetta all’art. 1385 cod. civile, secondo cui “ se al momento della conclusione del contratto una parte da all’altra, a titolo di caparra, una somma di denaro o una quantità di altre cose fungibili, la caparra, in caso di adempimento, deve essere restituita o
imputata alla prestazione dovuta. Se la parte che ha dato la caparra è inadempiente, l’altra può recedere dal contratto, trattenendo la caparra; se inadempiente è invece la parte che l’ha ricevuta, l’altra può recedere dal contratto ed esigere quanto versato come caparra. Se però la parte che non è inadempiente preferisce domandare l’esecuzione o la risoluzione del contratto, il risarcimento del denaro è regolato dalle norme generali”.

3.4 L’acquirente dovrà provvedere al pagamento del saldo del prezzo entro 15 giorni dalla comunicazione dell’approntamento del bene oggetto della compravendita e, comunque, prima della consegna dello stesso. Quando il pagamento non è effettuato entro questo termine, l’acquirente è considerato inadempiente.

3.5 L’acquirente versa il saldo del prezzo con bonifico o assegno ( circolare o bancario ). Quando il venditore accetta in pagamento assegni ( circolare o
bancario ) o bonifici bancari, il saldo si intende effettuato solo quando il venditore riceve dalla propria banca comunicazione del loro buon esito.
Quest’ultima regola vale anche per il versamento della caparra confirmatoria.

3.6 L’acquirente è obbligato a far prevenire tempestivamente al venditore i documenti del bene usato ceduto in conto prezzo.

3.7 Ricevuto il saldo, il venditore provvede alla consegna del bene nei tempi tecnici necessari, resta fermo quanto disposto nell’articolo 2.2.

Art.4 Condizioni di garanzia

4.1 Il venditore garantisce l’assenza di vizi e difetti di conformità del bene usato venduto per la durata di un anno dalla sua consegna all’acquirente.

4.2 In caso di vizi o difetti di conformità del bene compravenduto il venditore deve sostituire i pezzi difettosi, tenendo a proprio carico anche i costi della manodopera e dei materiali di consumo necessari per la sostituzione. Tutti i pezzi sostituiti con i pezzi nuovi divengono automaticamente di proprietà del venditore. La riparazione e le sostituzioni devono essere eseguite entro tempi ragionevoli in modo da ridurre al massimo gli inconvenienti per l’acquirente. La garanzia legale relativa ai pezzi sostituiti nel periodo di garanzia termina allo scadere della garanzia legale riconosciuta per legge al bene oggetto della compravendita secondo quanto disposto dalla circolare interpretativa del Ministero per le attività produttive – direzione generale per l’armonizzazione de mercato e la tutela dei consumatori, intitolata “ nota esplicativa al decreto legislativo n.24 del 24/02/2002 “.

4.3 L’acquirente non ha diritto alla garanzia quando:

  • a: vizio / difetto di conformità si è manifestato dopo 2 anni dalla consegna del bene nuovo, 1 anno su bene usato salvo accordo diverso pattuito su contratto di vendita con cliente;
  • b: l’acquirente non ha denunziato al venditore il vizio / difetto entro 2 mesi dalla scoperta;
  • c: l’acquirente ha utilizzato il bene o parti dello stesso in modo diverso dall’uso normale cui sono destinati ad esempio in gare sportive;
  • d: l’acquirente ha montato sul bene pezzi di ricambio di qualità non corrispondente ai ricambi originali del bene venduto;
  • e: l’acquirente non ha rispettato le prescrizioni tecniche (scadenze temporali, tipo e modalità dei controlli ) riguardanti l’uso, da manutenzione e l’assistenza dell’imbarcazione con o senza motore/motore, usato o nuovo, contenute nel libretto di uso e manutenzione in dotazione;
  • f: In caso di interventi e modifiche effettuate sul bene eseguiti in proprio o da terzi su carico dell’acquirente;
  • g: Il vizio è imputabile alla negligenza di terzi come, ad esempio, rifornimento di carburante inquinato da acqua o altre impurità, rabbocco di lubrificante con prodotti di specifica non conformi alle prescrizioni della casa;
  • h: Il vizio è da ricondurre all’installazione dell’imbarcazione con o senza motore/motore, usato o nuovo, di impianti, aftermarket, ovvero di impianti che richiedono integrazioni con sottosistemi funzionali al prodotto ( autoradio, impianti per l’alimentazione a gas/gpl, sistemi di antifurto ) quando detta installazione non è stata preventivamente autorizzata per iscritto dal venditore.

4.7 Sono esclusi dalla garanzia i vizi, difetti e danni derivanti da eventi naturali o atmosferici.

4.8 Restano fermi ed impregiudicati i diritti dell’acquirente contemplati dall’art.130 del codice del consumo di cui al D. lgs 6/09/2005 , n. 206 e successive modificazioni.

Art.5 Diritto e recesso

5.1 Per tutte le vendite l’acquirente ha diritto di recedere dal contratto , senza alcuna penalità e senza onere di specificarne il motivo entro il termine di 10 giorni lavorativi dalla sottoscrizione del contratto. Il recesso ora detto può essere esercitato esclusivamente con l’invio alla sede del venditore, di una lettera raccomandata con avviso di ricevimento. La comunicazione di recesso può essere inviata entro il termine ora detto anche tramite telegramma,
telex, posta elettronica certificata a condizione che detta comunicazione sia successivamente confermata dall’acquirente mediante lettera raccomandata con avviso di ricevimento entro le 48 ore successive. La raccomandata si intende spedita nei termini utili se consegnata entro il termine ora detto all’ufficio
postale accettante.

Art.6 Beni ceduti in conto prezzo

6.1 Quando è prevista la cessione di un bene usato in conto prezzo (per brevità anche solo bene usato in conto prezzo) prima della consegna di detto bene l’acquirente fornisce al venditore tutti i documenti necessari al trasferimento del bene stesso. Quando il bene usato in conto prezzo è intestato a persona diversa dall’acquirente stesso questi dichiara e garantisce di aver ricevuto dall’intestatario prima del perfezionamento del contratto di compravendita un mandato sufficiente a legittimarlo a disporre del bene usato ed a fornire ogni attestazione necessaria ed opportuna relativa ad esso.

6.2 L’acquirente dichiara e garantisce inoltre che :

  • a: Il bene usato in conto prezzo è regolarmente collaudato;
  • b: Il bene usato in conto prezzo è libero da ipoteche, pegni, privilegi, vincoli o gravami di qualsiasi genere, anche fiscale;
  • c: La descrizione del bene usato in conto prezzo e tutte le dichiarazioni fornite dall’acquirente sullo stato del bene sono interamente veritiere;
  • d: Il bene usato in conto prezzo non ha mai subito incidenti tali da modificarne le condizioni normali o comunque da pregiudicarne la sicurezza;
  • e: Non vi sono circostanze non segnalate dall’acquirente che possono incidere in modo rilevante sulla valutazione del bene usato.

6.3 Quando le dichiarazioni e garanzie ora dette non corrispondono a verità, il venditore può rifiutare di ritirare il bene usato in conto prezzo o, a sua scelta, può esigere l’immediato adeguamento della situazione alle medesime dichiarazioni e garanzie.

6.4 Il bene usato in conto prezzo deve essere messo nella disponibilità materiale del venditore al momento della consegna del bene acquistato.

6.5 Quando il venditore consente all’acquirente di trattenere il bene usato in conto prezzo fino alla consegna del bene acquistato, il venditore si riserva di verificare che le condizioni dell’usato in conto prezzo siano le medesime risultanti dalla scheda di valutazione compilata al momento della formalizzazione della proposta/contratto di vendita. In caso di peggioramento delle condizioni del bene non dovute alla normale usura, il valore concordato
è ridotto proporzionalmente e l’acquirente verserà una somma per differenza. Quando il peggioramento è di rilevante entità, il venditore può non ritirare il bene usato in conto prezzo.

Art.7 Miscellanea

7.1 Il contratto di compravendita che prevede come modalità di pagamento anche la cessione al venditore di un bene usato in conto prezzo si conclude soltanto quando si verifica il primo in ordine cronologico dei due seguenti fatti alternativi: 1: il venditore ha comunicato all’acquirente la propria accettazione della proposta di valutazione dell’usato ceduto in conto prezzo oppure 2: entro 5 giorni dalla data della proposta ora detta il venditore non
abbia comunicato di rifiutarla. In caso di rifiuto entro 5 giorni, l’acquirente potrà a sua scelta risolvere il contratto e il venditore restituirà la caparra; in alternativa, le parti potranno rinegoziare un nuovo contratto senza permuta. Quando la compravendita concessione di un bene usato in conto prezzo è accompagnata da una richiesta di finanziamento o di leasing, il contratto è comunque sottoposto alla condizione sospensiva prevista dal capoverso
precedente. Anche in questo caso si applica l’ultima frase del capoverso ora detto.

7.2 Il contratto può essere modificato esclusivamente con patti scritti da acquirente e venditore.

Art.8 Foro competente

8.1 Per ogni controversie dovesse sorgere tra acquirente e venditore in ordine alla probabilità, all’interpretazione, all’esecuzione o alla risoluzione del contratto di compravendita, sarà competente in via esclusiva il foro del venditore.

Art.9 Spedizione Merce

9.1 Le spese di spedizione del bene acquistato, nuovo o usato, sono da considerare escluse dal prezzo di vendita,  salvo apposita specifica nell’annuncio o eventuale accordo concordato con l’azienda Companymarine Srl.

 

VADEMECUM CLIENTE

1. Targhe Laguna Veneta (LV):

Per navigare nella Laguna di Venezia è obbligatorio l’uso della targa LV che va applicata nel lato esterno della barca destro e sinistro.

Il cliente deve rivolgersi ai sistemi territoriali di Mira (VE) richiedendo il modulo A per il rilascio della targa LV e deve preparare la seguente documentazione:

  1.  ricevuta di versamento di € 38,00 per il rilascio di una coppia di contrassegni e del relativo documento di accompagnamento su c/c postale n. 1023471228 intestato a “Sistemi Territoriali S.p.A.“, riportando la causale “Spese  contrassegni LV“;
  2. n° 2 marche da bollo da € 16,00.
  3. fotocopia di un valido documento di riconoscimento
  4. foto firmata del natante possibilmente a colori e priva di coperture (teli o simili)

Una volta rilasciata la targa, il cliente la può consegnare alla CompanyMarine per applicarla allo scafo.

2. Assicurazione Motore Fuori Bordo:

Per navigare con un natante è obbligatorio per legge assicurare il motore fuoribordo. Il minimo è l’assicurazione RC. Su volontà del cliente è eventualmente possibile assicurarlo anche contro furto, incendio o altro.
L’assicurazione per la barca non è obbligatoria.

Per assicurare il motore è necessario richiedere alla CompanyMarine la dichiarazione di potenza del motore, nuovo o usato, per poterla consegnare in copia alla compagnia assicuratrice scelta.

3. Consegna Della Barca

La consegna della barca, salvo richieste particolari, viene effettuata da CompanyMarine o ritirata dal cliente nei giorni dal Martedi al Venerdi, previo appuntamento tramite email o telefono.

4. Consigli Utili

  • Verificare sempre prima di partire per una giornata di divertimento con la vostra barca se avete il pieno di carburante all’interno del serbatoio.
  • Per il buon mantenimento dopo un’uscita nel weekend, si consiglia di lavare la barca e il motore con acqua dolce per togliere il sale (in caso di navigazione in mare) che si è depositato. Questo permetterà di ridurre punti di ruggine e degrado della vetroresina e della tappezzeria interna nel tempo.
  • Lavare ad ogni uscita il motore fuoribordo con le cuffie di lavaggio, ponendole nel piede poppiero e avviando il motore per circa 2/3 minuti. Cosi facendo eliminerete la presenza di sale all’interno del circuito di raffreddamento del motore che potrebbe corrodere parti interne importanti. Le cuffie di lavaggio possono essere richieste alla CompanyMarine.
  • Eseguire annualmente il tagliando al motore. Ricordate sempre che il motore è il cuore della vostra barca, si deve trattare con cura!
  • Durante il lavaggio della barca, NON spruzzare acqua su apparecchi elettronici, strumentazione motore, casse dello stereo in quanto potrebbe causare danni o malfunzionamenti.
  • Rispettare i limiti di velocità nella Laguna di Venezia, navigando sempre all’interno dei canali segnalati da apposite briccole.

Speciale Open Night: Tutti i giovedì di questo mese apertura straordinaria fino alle 22.00.
Chiama e passa a trovarci (consigliato l’appuntamento)!